Logo_Cdo_Sport_new_rid.jpg

CDO SPORT

CHI SIAMO

Compagnia delle Opere Sport è una federazione alla quale aderiscono associazioni sportive presenti su tutto il territorio nazionale che intendono perseguire l’educazione attraverso lo sport, partendo dalla centralità della persona e dei suoi bisogni.

Le Società sportive dilettantistiche con i loro dirigenti e allenatori, atleti e genitori, trovano infatti a propria disposizione, strumenti operativi che diventano aiuto concreto al superamento delle problematiche cui vanno incontro quotidianamente. 

La peculiare attenzione ai bisogni del mondo sportivo ha determinato altresì un importante rapporto con il mondo della scuola attraverso progetti di aggiornamento e formazione dei docenti di Educazione Fisica, progetti di accompagnamento al lavoro per gli studenti, i laureati e i laureandi di Scienze Motorie, preparazione ai concorsi per docenti e ai TFA,  in collaborazione con associazioni professionali di settore e con le realtà di CdO Sport presenti sul territorio nazionale.

 

La peculiarità della Compagnia delle Opere Sport è l'amicizia che nasce e coinvolge le persone che desiderano essere sempre di più protagoniste  diventando segno di novità e bellezza per tutti coloro che condividono l'avventura dello sport.

Cena in compagnia degli amici di Cdo Sport

Lunedì 5 dicembre 2016 a Milano si terrà una cena/incontro organizzata da Cdo Sport e da ASD Arca.
Quest'anno saranno con noi i nostri amici Luca Rossettini e Lara Tagliabue

Approfondisci


Videostorie di sport di Nando Sanvito

Prossimi appuntamenti

Clicca qui


Retina d'Oro 2016

Quattro i nuovi premi conferiti a Eurobasket Roma, Luciano Capicchioni, la "Dinastia" Gentile e Niccolò Campriani

Approfondisci


Defibrillatori: proroga al 1°gennaio 2017

Il ministro della salute Lorenzin ha firmato il decreto legge 17 ottobre 2016, n. 189, che stabilisce un'ulteriore proroga di 40 giorni all’entrata in vigore delle norme introdotte con il decreto Balduzzi del 2012 (Dl n.158/2012 convertito nella L. 189/2012).

nota eplicativa del ministero